I comportamenti dei bambini hanno, talvolta, un intento comunicativo poco chiaro, per cui la reazione manifestata dai genitori potrebbe non essere quella più adatta:

  • oppositività: il bambino si lamenta, piange o sfugge rendendo difficoltoso e molto dispendioso vestirsi e lavarsi al mattino, o portare a termine un pasto;
  • rispettare gli orari è problematico;
  • crisi di rabbia e scarsa tolleranza alle frustrazioni;
  • difficoltà difronte ai cambiamenti, anche minimi;
  • litigiosità, comportamenti aggressivi; difficilmente riesce a giocare con i suoi coetanei;
  • irrequietezza: il bambino è incapace di portare a termine un’attività ed è bisognoso di continue attenzioni da parte dell’adulto;
  • difficoltà ad aderire alle regole, tendenza a “disturbare i compagni”;
  • disturbi del sonno, non autonomo nell’addormentamento, irregolarità cicli sonno-veglia;
  • ridotta quantità ed intensità di gioco, poca sensibilità ai stimoli sociali, pigrizia;
  • assenza di paura, tendenza a incidenti domestici, scarsa cautela di fronte a stimoli e ambienti sconosciuti.

I genitori sono costretti ad affrontare le conseguenze del disturbo del proprio figlio sviluppando depressione, stress, senso d’inadeguatezza che si ripercuotono sul benessere personale e sulla gestione delle dinamiche familiari (Allegretti et al., 2010).

Cosa è il parent training

Intervento psicoeducativo che ha l’obiettivo di coinvolgere i genitori nel programma riabilitativo e terapeutico intrapreso dai figli, condividendo emozioni ed esperienze.
Gli incontri di Parent Training sono condotti da uno psicologo-psicoterapeuta che, partendo da situazioni di vita quotidiana raccolte dai genitori, fornisce strumenti utili alla gestione dello stress e delle problematiche presenti.

A chi si rivolge

Ai genitori con figli che presentano difficoltà o disturbi specifici nell’età evolutiva.

Perché scegliere questo percorso

Incrementa la quantità e la qualità di tempo che i genitori dedicano ai figli aumentando le interazioni positive e l’autostima genitoriale, promuovendo stili comunicativi autorevoli ed assertivi non autoritari ed impositivi.

Contattaci ora

Fissa un colloquio preliminare senza impegno


Condividi